Follow us

michele riondino pietro mennea

La fiction su Pietro Mennea, intervista al protagonista

Michele Riondino è l'attore che interpreterà il ruolo di Pietro Mennea, nella fiction a lui dedicata. Leggi le sue dichiarazioni un una recente intervista.

"La freccia del sud - Pietro Mennea" prende inizio nel 1980, alle Olimpiadi di Mosca. C’è subito un primo piano sull’espressione tesa di Pietro, interpretato da Michele Riondino, pronto per partire. Da questo momento parte un lungo flashback che porterà il telespettatore a rivivere tutti i momenti più belli ed importanti della sua vita, per arrivare al suo più grande traguardo: l’oro alle olimpico di Mosca.

Un solo anno prima di salire sul grado più alto del podio, Pietro Mennea, a Città del Messico aveva battuto il record del mondo dei 200 metri, che era rimasto imbattuto per 17 anni.

La fiction “La freccia del sud - Pietro Mennea”, che andrà in onda il 29 e 30 marzo su Rai Uno, ci farà percorrere tutta la sua vita: sportiva e non, fino alla sua prematura scomparsa.

Intervistato da “Il sole 24 ore”, Michele Riondino spiega come è entrato totalmente nel personaggio, preparandosi fisicamente per oltre due mesi, eseguendo esercizi fisici ogni giorno con il preparatore della nazionale femminile delle Olimpiadi di Londra.

Ciò che ha sottolineato è che ha svolto degli esercizi “sporchi”, proprio come Pietro Mennea, talvolta legando dei copertoni sui fianchi per aggiungere più peso al corpo.

Michele Riondino, aggiunge che per lui è stato fondamentale documentarsi su Pietro Mennea, leggendo libri e sentendo interviste e vedendo film di repertorio della Rai.

La cosa che ha colpito di più l’attore è stata una dichiarazione di Mennea, appena dopo aver compiuto il record del mondo:

“Ecco un ragazzo del sud, cresciuto in un posto dove mancano attrezzature e impianti sportivi, diventato l’uomo più veloce del mondo”.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Tags: , , ,